English
 

Il Thermal Spray è un processo di rivestimento nel quale un materiale d'apporto fuso o semifuso viene proiettato su una superficie per conferire speciali proprietà chimico/fisiche o per effettuare un ripristino dimensionale.

Tramite il Thermal Spray è possibile applicare rivestimenti con spessori variabili dai 20 micron ad alcuni millimetri su svariate superfici (metalli, legno, plastica, tessuti, ecc ecc), i materiali che si possono apportare vanno dai metalli e loro leghe, ceramiche, polimeri e materiali composti. Da quanto appena esposto si capisce l'estrema versatilità del processo. I materiali d'apporto possono essere sotto forma di polvere o filo che, durante il processo, vengono fusi o semifusi, accelerati e proiettati sul substrato da rivestire.

Lo strato di rivestimento si forma dall'accumularsi di micro particelle. Queste particelle, avendo massa notevolmente inferiore rispetto al componente da rivestire, raffreddano immediatamente a contatto con il materiale base ma, solitamente, non riescono a comunque ad elevare la temperatura del pezzo oltre i 150°-200° C. E' per questo motivo che questo processo viene spesso definito anche come rivestimento a freddo, in grado quindi di evitare le distorsioni tipiche della saldatura per esempio dove gli apporti termici sono molto più elevati.

Qui sotto una torcia in azione durante la spruzzatura, si vedono chiaramente le micro particelle che impattano il componente da rivestire.
Spesso il cliente si pone il quesito riguardo alla bontà dell'ancoraggio tra il rivestimento ed il materiale di base: terrà nel tempo?? La risposta è si se il rivestimento è applicato a regola d'arte. Vale a dire che deve esserci stata a monte un'adeguate preparazione del componente, una giusta selezione del materiale da apportare e, ovviamente, l'esperienza di chi svolge il lavoro.

Il rivestimento Thermal Spray viene impiegato con successo ormai da un secolo nel settore aereonautico, aereospaziale, petrolchimico, nell'industria siderurgica/alimentare/impiantistica ecc. ecc..